Quarta generazione Uconnect al debutto su Jeep 2017

Quarta generazione Uconnect al debutto su Jeep 2017

171
0
CONDIVIDI

Il gruppo FCA si prepara a lanciare la quarta generazione del suo sistema di infotainment Uconnect. Il debutto è previsto nelle prossime settimane negli Stati Uniti: la prima applicazione sarà sulla Chrysler 300, alter ego dell’italiana Lancia Thema, e sulle Dodge Charger e Challenger. A seguire, l’ultima evoluzione del sistema di connessione presentato nel 2003, sarà installato sulle Jeep, a partire dalla Grand Cherokee model year 2017. Il nuovo dispositivo prevede uno schermo di dimensioni maggiori, una velocità di calcolo superiore e nuove funzioni, che per il brand delle Sette feritoie comprendono inedite opzioni, utili per chi fa del fuoristrada. L’ultimo Uconnect assicura una migliore compatibilità con gli smartphone e i tablet che funzionano con sistemi operativi Android e iOS. In particolare, permette ora l’utilizzo a bordo di applicazioni di impiego frequente sui cellulari iPhone quali Apple Maps e relativa navigazione satellitare con informazioni in tempo reale sul traffico, Messages per ricevere e mandare messaggi, Phone e Apple Music. Queste app sono attivabili sia tramite lo schermo capacitivo da 8,4 pollici sia, più semplicemente, a voce grazie all’assistente vocale Siri. Per gli smartphone Android, sono ora sono utilizzabili il sistema di ricerca vocale di Google, Google Maps (con navigazione vocale e informazioni sul traffico) e Google Play Music, che garantisce l’accesso a 30 milioni di canzoni, toccando lo schermo o premendo i tasti sul volante o in plancia.

Oltre a essere più rapido nell’accensione e nel funzionamento, il nuovo Uconnect dispone di uno schermo con comandi a sfioramento di tipo ”pinch, tap e swipe”, simili cioè a quelli utilizzabili sugli smartphone per ingrandire o rimpicciolire le immagini. La risoluzione è superiore rispetto al passato e le immagini sono più leggibili.

Sulla Jeep Grand Cherokee 2017 debuttano, inoltre, le ”Off-road Pages” che permettono di gestire e mantenere meglio sotto controllo le performance e le capacità in off-road della vetture di Toledo. Si possono, infatti, leggere informazioni sull’angolo di sterzo, sullo stato del blocco del differenziale (naturalmente se presente), sull’altezza del veicolo e sulla posizione delle ruote nei mezzi dotati di sospensioni regolabili, sulla modalità della trasmissione inserita, oltre alle più tradizionali ma sempre utili temperature dell’acqua, dell’olio (e relativa pressione) e voltaggio della batteria.

Da segnalare, infine, che con il nuovo UConnect debuttano negli Stati Uniti una serie di servizi interessanti quali il rapporto mensile di ”salute” del veicolo, un evoluto sistema di avviso in caso di malfunzionamento, la possibilità di bloccare/sbloccare le portiere del veicolo e avviare il motore a distanza tramite smartphone e il sistema a pulsante per la richiesta di aiuto al call center del brand.

voce:ansa

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento