Patto per la Puglia, Escluso il Gargano, Cera furioso

Patto per la Puglia, Escluso il Gargano, Cera furioso

174
0
CONDIVIDI

Patto per la Puglia: il commento di Napoleone Cera
„Napoleone Cera, consigliere regionale dei ‘Popolari’: “La Giunta regionale si è dimenticata di un territorio che ha necessità di interventi strutturali fondamentali per il suo sviluppo e la sicurezza territoriale”.“

Fiera del Levante a Bari: Renzi ed Emiliano firmano il ‘Patto per la Puglia’

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, hanno firmato oggi il Patto per la Puglia. Sono previsti interventi per 2 miliardi e 71 milioni in tutta la Regione per la realizzazione di infrastrutture e altri interventi. La sottoscrizione è avvenuta successivamente alla cerimonia di inaugurazione della 80/a edizione della Fiera del Levante alla presenza del sottosegretario alla presidente del Consiglio, Claudio De Vincenti, e del capo di gabinetto della Regione, Claudio Stefanazzi.

renzi-emiliano-2

L’accordo prevede stanziamenti per 40 interventi. Tra gli altri, per l’adeguamento strutturale della rete ospedaliera regionale; interventi per l’adeguamento delle infrastrutture dei consorzi di bonifica, il rafforzamento del sistema della depurazione, la bonifica dei siti inquinati e delle discariche, la costruzione degli impianti di valorizzazione dei rifiuti da raccolta differenziata. A questa cifra vanno sommate la risorse stanziate dal Fsc – Cipe, 1,4 miliardi di euro, che prevede altri 21 interventi su importanti progetti nel settore della mobilità.

In particolare, grande attenzione è stata posta sulla sicurezza del sistema dei trasporti regionali con interventi volti, per esempio, all’eliminazione di passaggi a livello, ovvero al loro adeguamento tecnologico, e al rinnovo del materiale rotabile. E ancora: previsti aiuti alle imprese ed ulteriori risorse sono state destinate alla valorizzazione dei beni culturali e alla promozione del patrimonio immateriale. Infine, si è ulteriormente rafforzato il sistema di interventi a sostegno dell’occupazione e della qualificazione delle risorse umane e dell’inclusione sociale, con particolare attenzione allo strumento regionale del Reddito di dignità (Red).

636,6 milioni è la somma a disposizione della Provincia di Foggia, di cui 193 dal ‘Patto per il Sud’ e 443,3 dal CIPE Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.

I 193 milioni saranno impiegati così: 40 per la piattaforma logistica ferroviaria integrata Incoronata, 30 per il piano di messa in sicurezza e infrastrutturazione viaria dei Monti Dauni, 2,5 milioni per le nuove opere di difesa porticciolo attracco imbarcazioni a San Domino (Isole Tremiti), 500mila euro per la ristrutturazione e la riqualificazione dell’area dismessa di San Nicola in piazza Nazario Sauro (Isole Tremiti), 110 milioni in infrastrutture per la risorsa idrica (Consorzi di bonifica), 10 milioni di euro per l’adeguamento strutturale degli Ospedali Riuniti di Foggia.

I 443,3 milioni di euro serviranno invece per queste opere: 128,5 per la messa in sicurezza del tratto che collega Foggia a San Severo sulla Statale 16 ‘Adriatica e 1,5 per la progettazione. Cinquanta milioni per il treno-tram che collegherà Foggia a Manfredonia, 68 milioni per la viabilità sulla Statale 89 di San Giovanni Rotondo in direzione Foggia, 44 milioni per la Tangenziale Ovest di Foggia, dal km 683+700 fino all’innesto della Statale 16 in direzione di Bari, 87,5 e 54,8 milioni di euro dal casello autostradale fino al km 684 (Lotto 1 e 2).

Potrebbe interessarti:http://www.foggiatoday.it/economia/firma-patto-puglia-renzi-emiliano-bari-fiera-levante.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/FoggiaToday

voce:foggiatoday

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento