Gargano: Maltempo, continua incessantemente a piovere ed aumentano i danni

Gargano: Maltempo, continua incessantemente a piovere ed aumentano i danni

488
0
CONDIVIDI

Continua la pioggia e la situazione della viabilità peggiora: paura nell’area garganica
Una persona muore annegata nella sua auto, nel Barese accumulati ritardi per i treni

Ha fatto una vittima il maltempo che da due giorni imperversa sulla Capitanata e, in misura altrettanto significativa, sul resto della Puglia. È stato infatti ritrovato senza vita l’uomo che era stato dato per disperso nelle campagne di San Severo perché sorpreso dallo straripamento del torrente Radicosa. Ma le inondazioni hanno riguardato anche altre aree, così come il dissesto di strade e i crolli di facciate di edifici fatiscenti. La situazione più critica è segnalata tra San Marco in Lamis e San Severo a causa dell’esondazione del fiume Candelaro. Il fango ha impedito la normale circolazione, come testimoniavano le immagini di video (postato su MeteoPuglia da Michele Terlizzi). Sul posto sono stati presenti, per il ripristino della circolazione, uomini e mezzi dell’Anas oltre che della polizia stradale.

Galletti in contatto con la Prefettura

Nelle ultime ore erano o poi aumentate le preoccupazioni per le sorti di un uomo colto di sorpresa dalle inondazioni e del quale fino alle 17.30 di oggi non si avevano notizie. Sono state impegnate nelle ricerche anche squadre di sommozzatori dei Vigili del fuoco che alla fine hanno individuato lo sventurato e recuperato il suo corpo. Alla fine l’uomo, che viaggiava nella sua Lancia Y sulla provinciale 35 anch’essa invasa da acqua e fango, è stato ritrovato annegato a non molta distanza dalla sua autovettura in panne. Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – recitava una nota del governo in serata – è costantemente informato sulle conseguenze dell’ondata di maltempo che sta interessando diverse regioni del centro-sud Italia. Il ministro è in contatto con il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio e con il prefetto di Foggia Maria Tirone ed è aggiornato in tempo reale sull’esondazione del fiume Candelaro a San Marco in Lamis e San Severo.

Ferrovie: ritardi nel Barese

Intanto è ripresa la circolazione dei treni sulla linea ferroviaria Barletta-Spinazzola, sospesa ieri per la presenza di detriti sui binari, a causa del maltempo, nel tratto fra Barletta e Canosa di Puglia. Lo rende noto l’ufficio stampa di Ferrovie dello Stato. Per tutto il periodo dell’interruzione il servizio di trasporto è stato garantito con bus sostitutivi dei treni. A causa del fango che ha invaso i binari sono stati «coinvolti «complessivamente 30 treni: cancellati i treni metropolitani Mola di Bari-Molfetta, ritardi medi di un’ora per gli altri convogli. Inoltre, le abbondanti piogge hanno allagato il sottopassaggio della stazione di Molfetta. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco e i tecnici di Rfi. Tutti i treni vengono ricevuti sul primo binario con allungamento dei tempi di viaggio di circa 10 minuti».

voce:corrieredelmezzogiorno

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento