Da Mercedes e Microsoft nasce: Mercedes-Benz F015 Luxury in Motion Concept

Da Mercedes e Microsoft nasce: Mercedes-Benz F015 Luxury in Motion Concept

96
0
CONDIVIDI

Auto connessa:Mercedes annuncia partnership con Microsoft

011353-1_big

L’ufficio in auto: con questa filosofia dal 2017 la gamma Mercedes, insieme al colosso di Redmond, inaugurerà nuovi servizi multimediali on board.

011353-40_big

L’auto sarà sempre più connessa grazie alla collaborazione fra Case costruttrici e ibig player dell’informatica. In queste ore, Mercedes annuncia di essere pronta ad instaurare una propria alleanza con Microsoft (società già “presente” nell’automotive in virtù di una partnership comunicata all’inizio di quest’annno con Harman): obiettivo della nuova collaborazione fra Stoccarda e Redmond è il trasferimento, fra le tecnologie di bordo offerte dalla gamma Mercedes, di alcune delle funzionalità e dei nuovi servizi online Microsoft e impiegati per l’ufficio.

011353-2_big

Il programma è stato annunciato, nelle linee guida, all’IFA 2016, una delle più importanti rassegne internazionali dedicate all’elettronica di consumo che si svolge in questi giorni a Berlino. Il nome conferito al progetto – “In Car Office” – la dice lunga sui piani di connettività automotive in programma da parte di Mercedes. In particolare, “In Car Office” prevederà il debutto, nella tecnologia infotainment Mercedes, di un modulo compatibile con gli standard Mirosoft Exchange, software di rete già adottato in ambito office per la condivisione (che nell’impiego automobilistico dovrebbe prevedere anche la tecnologia vocale) di informazioni, pianificazione aziendale e le mail, queste ultime gestite con Outlook che fa parte del pacchetto Microsoft Office.

011353-42_big

Le prime applicazioni della nuova piattaforma “In Car Office” frutto dell’alleanza Mercedes – Microsoft sono attese a partire dalla metà del 2017 (più avanti sarà specificato, nei maggiori dettagli, se la “piattaforma” sarà prevista nell’equipaggiamento di serie o se, almeno in un primo momento, sarà disponibile a richiesta per alcuni modelli), e – a quanto è stato anticipato all’IFA di Berlino – permetteranno ai possessori dei modelli Mercedes che ne saranno equipaggiati l’upload in anticipo delle destinazioni sul sistema di navigazione satellitare a seconda degli appuntamenti giornalieri e il controllo degli struemnti di lavoro. Con queste nuove modalità, finalizzate a eliminare per quanto possibile le distrazioni durante le fasi di guida, l’autovettura sarà “un secondo ufficio” per il conducente – business man. Una filosofia che, in termini decisamente più “evoluti”, Mercedes ha sperimentato in tempi recenti con i prototipi “F015 Luxury in Motion” (svelata nel 2015 al Consumer Electronics Show di Las Vegas nonché al Salone di Ginevra) e “Vision Tokyo Concept” (prefigurazione di vettura fuel cell dotata di tecnologia di guida autonoma, esposta lo scorso autunno al Salone di Tokyo).

La collaborazione fra Mercedes e Microsoft segue di alcuni mesi l’annuncio della partnership siglata dal colosso dell’informatica insieme ad Harman (società che controlla aziende quali Harman-kardon, Infinity, Mark Levinson e JBL) che al CES di Las Vegas 2016 aveva annunciato una serie di novità legate alle tecnologie audio, ai servizi di connettività e ai dispositivi multimediali per la sicurezza di marcia in ambito automotive, attraverso l’impiego di software già sviluppati (ad esempio Office 365) e con lo sviluppo di nuovi servizi per la tecnologia dell’auto connessa.

voce:motori.it

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento