Brucia il Gargano: ingenti danni a San Giovanni Rotondo, manfredonia e Peschici

Brucia il Gargano: ingenti danni a San Giovanni Rotondo, manfredonia e Peschici

2142
0
CONDIVIDI

SAN GIOVANNI ROTONDO: DOMATI GLI INCENDI, DISTRUTTI CENTINAIA DI ETTARI DI PINETA E MACCHIA MEDITERRANEA

Ieri, tre incendi, appiccati nel giro di pochi minuti, hanno stretto nella morsa delle fiamme la città di San Giovanni Rotondo. Devastante quello che ha riguardato la zona internazionale e quello acceso in località Pantano, a circa 5 chilometri dall’abitato. Adesso situazione preoccupante a “San Salvatore”, frazione montagna di Manfredonia

 Le fiamme che hanno interassato la pineta (una quindicina di ettari) nei pressi del convento di Santa Maria delle Grazie ha rischiato di investire anche la struttura sanitaria “Gli Angeli di Padre Pio” (per precauzione alcuni pazienti sono stati trasferiti dal primo al piano terra) e quella ricettiva de “L’Approdo” (entrambe di proprietà dei Frati Cappuccini). Oltre alle squadre di terra, decine, composte da volontari della Protezione Civile, della VAb, dell’associazione “Gamma 27“, diverse squadre dei Vigili del Fuoco e quelle dell’AIB Piemonte (Antincendio Boschivi) di stanza a Iacotenente (Foresta Umbra) sono stati necessari gli interventi di tre mezzi aerei(due Fire Boss ed un Canadair), oltre 50 lanci in totale, per domare le fiamme, alimentate dal forte vento, e mettere in sicurezza le strutture presenti nella zona. Le operazioni sono andate avanti fino alla tarda serata di ieri per poi riprendere alle prime di questa mattina. Dalla Protezione Civile assicurano che “la situazione è sotto controllo e gli incendi domati”. Avvolta dalla fiamme anche un’automobile di proprietà di una dottoressa dipendente del presidio sanitario.

Trecento, forse 400, gli ettari di macchia mediterranea e sterpaglia andati in fumo in località Pantano. L’incendio, appicato simultaneamente a quello nella zona internazionale della città, ha lambito anche alcune masserie o case di campagna. Verso le 23 di ieri sera erano ancora operative diverse squadre di volontari, Vigili del Fuoco e gazzelle dei carabinieri. Chiara la natura dolosa di tutti gli incendi, al momento nonostante una intensa attività da parte dei carabinieri non è stato individuato alcun piromane.

Situazione preoccupante a “San Salvatore”, frazione montagna di Manfredonia. La nube di fumo è visibile da diversi chilometri di distanza. Anche in questo caso sembra certa la natura dolosa.

voce:sanmarcoinlamis.eu

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento