Bonus Bebè 2016-2017: requisiti Inps, importo, come fare domanda e chi può...

Bonus Bebè 2016-2017: requisiti Inps, importo, come fare domanda e chi può richiederlo

131
0
CONDIVIDI

Visti gli ultimi rapporti Istat che rivelano una diminuzione delle nascite, il governo offre importanti novità per il bonus bebè del 2017. L’incentivo durerà fino al compimento delquinto anno di età, rispetto ai tre anni del precedente bonus 2016. Così da poter incrementare la popolazione giovanile e offrire un aiuto sostanziale a tutte le coppie che vorrebbero crearsi una famiglia.

Chi può richiedere il bonus bebè

Rispetto al 2016 ci sono delle novità riguardanti i requisiti per poter accedere al bonus. Si deve essere come sempre cittadini italiani o facenti parte dell’UE. Residenti in Italia e conviventi con il figlio destinato al bonus. Avere il bambino nato o adottato tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017. Infine la famiglia non deve avere un ISEE,  superiore a 25mila euro annui.

La domanda per il bonus bebè deve essere presentata all’INPS entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso del figlio adottato. Superati tali giorni, il richiedente avrà diritto a usufruire del bonus fino al compimento del quinto anno di età. Ma in questo modo non si riceveranno gli arretrati. I richiedenti potranno esibire la domanda per via telematica sulsito internet dell’INPS o tramite il call center dello stesso usando il numero 803.164 da rete fissa o 06.164164 da mobile. In entrambi i casi sarà necessario possedere il dispositivo Pin.

Importo dell’incentivo e tempi d’erogazione

Oltre le novità sulla durata dell’incentivo che la vede aumentata di 2 anni, importanti cambiamenti si hanno sugli importi e le soglie dell’ISEE. Dal 2017, le famiglie con un ISEE che non supera i 25mila euro, avranno un bonus bebè di 160 euro per il primogenito e 240 euro per il secondo figlio. Invece le famiglie con un ISEE di massimo 7mila euro, percepiranno un incentivo di 320 euro per il primo figlio e 400 euro per il secondogenito.

I tempi d’erogazione invece rimangono intatti. Le famiglie otterranno l’importomensilmente fino al compimento del quinto anno di età del figlio.

Ulteriori novità previste nel 2017, saranno l’anticipo del bonus bebè alle madri in gravidanza. Cambiamenti nei voucher per l’assunzione di baby-sitter. E modifiche positive per l’iscrizione agli asili nido. Speriamo quindi che questa proroga del bonus possa portare in un aumento di speranza per chi volesse costruirsi una famiglia.

voce:pianetanotizie

Ti è piaciuto l’articolo? Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti


Lascia un commento